venerdì 13 gennaio 2012

Spazio novità: "La bambina del bosco degli elfi" Vanna De Angelis

Titolo: La bambina del bosco degli elfi Autrice: Vanna De Angelis
Casa editrice: Piemme Pagine: 350
Prezzo: € 17,00

Oggi mentre curiosavo/studiavo una rivista per un esame sono incappata in questo romanzo che ha attirato subito la mia attenzione. Si tratta di un libro di una scrittrice italiana pubblicato dalla Piemme nel 2010. La storia di una famiglia difficile vista attraverso gli occhi della giovane protagonista.
La bambina del bosco degli elfi di Vanna De Angelis sa raccontarci con lo sguardo visionario dei piccoli un mondo che si sta pian piano sgretolando, quello della borghesia mitteleuropea .

La trama:

La grande villa immersa nel parco smisurato. Il giardiniere sadico. I domestici spia. Le governanti che cercano di infilarsi nel letto del padrone di casa. Una madre di incredibile bellezza e freddezza. Un nonno in sedia a rotelle nella sua casa-castello traboccante di preziose porcellane. Una nonna salutista che tuffa i nipoti nei torrenti ghiacciati. Il coccodrillo che vive sotto il letto. Il fantasma – ma chi sarà mai veramente? – che abita in soffitta. Un muro invalicabile che divide il mondo degli adulti da quello dei bambini.Gli occhi di una bambina ricostruiscono la vicenda della rovinosa caduta di una famiglia alto borghese, che racchiude – senza mai mescolarle – origini ebree e cristiane, tedesche, russe e italiane.Su tutto, su tutti, l’enorme, ingombrante figura del padre. Uomo di smisurata cultura e dalla smisurata biblioteca. Uomo d’affari. Dirigente del CLN, la sua firma su storici documenti della resa nazista. Le sue fiabe. Le sue collere. Le sue amanti nessuna amata, a parte Gersemy, dalla parrucca di fili d’argento. La sua abilità di pianista. La sua predilezione per il primogenito che lo disprezza segretamente per averlo sorpreso mentre calava le mutande alla cuoca. Un figlio illegittimo che si sarebbe trasformato in statua d’angelo. I suoi deliqui. Le sue sbronze. Napoleone, suo dio e suo demone. Il suo coraggio.La vendita di un prezioso pianoforte a coda dà il via alla discesa verso quello che ogni volta sarà ridefinito «il nero abisso».Fino all’ultimo, sorprendente colpo di scena.




L'autrice:


Vanna De Angelis è narratrice, saggista e sceneggiatrice. Ha pubblicato con successo saggi narrativi sui processi alle donne accusate di stregoneria e sull’amazzonato e numerosi romanzi. Tra i suoi titoli ricordiamo La bambina del bosco degli elfi (Piemme, 2010). Vive a Milano.

6 commenti:

  1. Ce l'ho in wish list su anobii fin da quando è uscito. Mi aveva subito attirata. Ma evidentemente non abbastanza per comprarlo, perché resta ancora lì nella mia wish senza fare il salto di qualità!

    RispondiElimina
  2. Bello il tuo blog.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  3. Grazie Holyriver!
    Piacere di conoscerti.

    RispondiElimina
  4. @girasonia: Mi ha incuriosito subito. Sarà la copertina, il titolo, la trama... non so, ma ho abboccato come un pesce. Adesso vediamo se anch'io faccio come te. Lo lascio in standby per anni.

    RispondiElimina
  5. la cover è molto bella infatti

    RispondiElimina
  6. È meraviglioso! Leggetelo! Nn ve ne pentirete!

    RispondiElimina

Ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...