venerdì 6 gennaio 2012

Il 17 gennaio in libreria con Mondadori

Per il 17 gennaio sono previsti in uscita numerosi titoli Mondadori e ce ne sono per tutti i gusti, dal thriller al fantasy allo storico.
Ora li scopriremo un po' più da vicino in attesa della loro uscita nelle librerie.


Titolo: Il segno dell'untore Autore: Franco Forte
Casa editrice: Mondadori Pagine: 348
Prezzi: € 20,00

Il segno dell'untore è l'ultima fatica di Franco Forte, ora direttore editoriale delle collane da edicola della Mondadori. Un thriller ambientato nella Milano del Medioevo che segue le indagini del notaio criminale Niccolò Taverna. Franco Forte è un autore stimato e conosciuto oltre che traduttore, sceneggiatore e curatore di molte riviste online e questa avventura che comincia il 17 gennaio non mancherà di appassionare i suoi estimatori e non solo.

La trama:


Milano, anno del Signore 1576. Sono giorni oscuri quelli che sommergono la capitale del Ducato. La peste bubbonica è al suo culmine, il Lazzaretto Maggiore rigurgita di ammalati, i monatti stentano a raccogliere i morti. L’aria è un miasma opaco per il fumo dei roghi accesi ovunque. In questo scenario spettrale il notaio criminale Niccolò Taverna viene convocato dal capitano di Giustizia per risolvere un difficile caso di omicidio. La vittima è Bernardino da Savona, commissario della Santa Inquisizione che aveva il compito di far valere le decisioni della Corona di Spagna sul suolo del Ducato di Milano. Bernardino aveva ricevuto l’incarico di occuparsi degli ordini ecclesiastici in odore di eresia, come quello misterioso degli Umiliati, messi al bando dall’arcivescovo Carlo Borromeo e desiderosi di vendetta. Contemporaneamente, Niccolò Taverna deve riuscire a individuare il responsabile del furto del Candelabro del Cellini trafugato dal Duomo di Milano. Ma ben presto si accorge che sta seguendo una pista sbagliata perché un altro oggetto, ben più prezioso, è stato sottratto... Nella Milano piagata dalla peste e su cui grava l’incubo della Santa Inquisizione, Taverna deve fare appello a tutte le sue sorprendenti capacità investigative per venire a capo di questi casi che rischiano di compromettere la sua carriera e la sua stessa incolumità, ma che conducono anche sul suo cammino la giovane e intrigante Isabella, nei cui occhi Niccolò ha l’impressione di annegare. Ventiquattro ore, non una di più: questo è il tempo incalzante nel quale si svolge l’indagine, e con essa l’intero romanzo. Un libro in cui l’esattezza della ricostruzione storica si unisce alla descrizione di tecniche investigative antiche incredibilmente simili a quelle sofisticate di oggi. Il notaio criminale Niccolò Taverna si prepara a sezionare con il bisturi della logica e l’intelligenza del cuore misteri oscuri e inquietanti, che allungano la loro ombra fino a noi...


L'autore:


Franco Forte nasce a Milano nel 1962. Lavora come giornalista, traduttore, sceneggiatore, e editor delle collane “Gialli”, “Urania” e “Segretissimo” Mondadori. Ha pubblicato i romanzi Roma in fiamme, I bastioni del coraggio, Carthago, La Compagnia della Morte, Operazione Copernico, Il figlio del cielo, L’orda d’oro – da cui ha tratto per Mediaset uno sceneggiato tv su Gengis Khan –, tutti editi da Mondadori, e La stretta del Pitone e China killer rispettivamente per i tipi di Mursia e Tropea. Per Mediaste ha scritto la sceneggiatura di un film tv su Giulio Cesare e ha collaborato alle serie “RIS – Delitti imperfetti” e “Distretto di polizia”. Direttore della rivista Writers Magazine Italia (www.writersmagazine.it), ha pubblicato con Delos Books Il prontuario dello scrittore, un manuale di scrittura creativa per esordienti.




Titolo: La principessa di Landover Autore: Terry Brooks
Casa editrice: Mondadori Pagine: 336
Prezzi: € 19,00


Terry Brooks è uno degli autori di fantasy più conosciuti e più apprezzati di questi ultimi tempi. Il Ciclo di Shannara vanta milioni di fan in tutto il mondo. Questo 17 gennaio uscirà per la Mondadori un nuovo romanzo per il Ciclio di Landover che segue le gesta della magica principessa di quelle terre. Per gli amanti del genere sarà un appuntamento segnato sul calendario, mentre per chi ancora non conosce questo mondo questa può essere l'occasione per avvicinarsi.

La trama:


La principessa Mistaya Holiday viene mandata dal padre Ben, re del magico mondo di Landover, a studiare in una esclusiva scuola privata nel New England per conoscere il mondo fuori da Landover. Mistaya è una ragazza ribelle e studiare nel mondo umano non le piace: le limitazioni cui è costretta la rendono insofferente, soprattutto quelle che le impediscono di esercitare la magia. Quindi quando Mistaya evoca un drago per dare una lezione al prepotente della scuola, viene sospesa. Per punizione dovrà catalogare diversi libri della biblioteca reale, e sarà proprio grazie a questo lavoro che scoprirà l’esistenza di un segreto pericoloso che minaccia Landover e il futuro dei suoi abitanti.


L'autore:


Terry Brooks è il più celebre e amato autore di fantasy nel mondo. Nel 1977 esce il suo primo romanzo, La spada di Shannara, che ha dato origine al famoso Ciclo di Shannara, seguito dai nuovi episodi dello stesso ciclo, Le pietre magiche di Shannara, La canzone di Shannara, Il primo re di Shannara. Da allora Brooks ha scritto altri bestseller, tra cui Il ciclo degli eredi di Shannara, Il ciclo di Landover, Il ciclo del Demone, Il ciclo del viaggio della Jerle Shannara, Il ciclo del Druido supremo di Shannara, Il ciclo della Genesi di Shannara. Nel 2008 è stata pubblicata la graphic novel Lo spirito oscuro di Shannara e nel 2011 L’ultimo Cavaliere, primo episodio del nuovo ciclo Le leggende di Shannara.




Titolo: La chiave di Sara Autore: Tatiana de Rosnay
Casa editrice: Mondadori Pagine: 320
Prezzi: € 17,00

Torna Tatiana de Rosnay, autrice franco-inglese molto apprezzata, con una storia che ha coinvolto i lettori di tutto il mondo. Il libro tradotto in più di quaranta paesi è stato nella classifica del "New York Times" per ben centocinquanta settimane.
La chiave di Sara riporta alla memoria un fatto veramente accaduto e che ha segnato per sempre la storia della Francia, "la rafle du Vel' d'Hiv" ovvero il più grande arresto di massa in territorio francese di ebrei durante la seconda guerra mondiale.
Una storia che commuove e che fa riflettere, da cui è stato tratto un film con protagonista Kristin Scott Thomas che uscirà nelle sale italiane questo 13 gennaio.


La trama:


È una notte d’estate come tante altre, a Parigi. La piccola Sara è a casa con la sua famiglia, quando viene svegliata dall’irruzione della polizia francese e prelevata insieme ai genitori. Ha solo dieci anni, non capisce cosa sta succedendo, ma è atterrita e, prima di essere portata via, nasconde il fratello più piccolo in un armadio a muro che chiude a chiave nel tentativo di proteggerlo. È il 16 luglio del 1942. Sara, insieme a migliaia di altri ebrei, viene rinchiusa nel Vélodrome d’Hiver, in attesa di essere deportata in un campo di concentramento. Ma il suo unico pensiero è tornare per liberare il fratellino. Sessant’anni dopo, Julia Jarmond, una giornalista americana che vive a Parigi con il marito francese, inizia un’appassionante inchiesta su quei drammatici fatti che sono costati la vita a tredicimila persone, tra adulti e bambini. Julia ignora totalmente l’episodio del Vel d’Hiv, mette mano agli archivi, interroga i testimoni, va alla ricerca dei sopravvissuti, e le indagini la portano molto più lontano del previsto. Il suo destino si incrocia fatalmente con quello della piccola Sara, la cui vita è legata alla sua più di quanto lei possa immaginare. Che fine ha fatto quella bambina? Cosa è davvero successo in quei giorni? Quello che Julia scopre cambierà per sempre la sua esistenza. La chiave di Sara è un romanzo di forte impatto emotivo che appassiona e commuove. Il passato e il presente si fondono in un racconto a due voci che ci svela cosa accadde realmente in quella tragica estate a Parigi, facendo luce su una vergognosa pagina della Storia.

L'autrice:

Di padre francese e madre inglese, Tatiana de Rosnay ha vissuto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Oggi risiede a Parigi con il marito e due figli. Giornalista e scrittrice, ha già pubblicato numerosi romanzi di successo in Francia.








 
Titolo: La figlia della zarina Autore: Carolly Erickson
Casa editrice: Mondadori Pagine: 360
Prezzi: € 19,00

La vicenda della famiglia Romanov, gli zar di Russia, ha sempre affascinato anche per la loro tragica e violenta fine. Con La figlia della zarina Carolly Erickson ci regala una storia che mescola molto bene vari generi come lo storico, il suspance e il romance e dà vita a un romanzo drammatico e penetrante.
La storia di una giovane donna, Tatiana Romanov, i suoi amori, le sue vicende sullo sfondo di una Russia in pieno fermento.
L'immagine che vedete usata nella sia nella copertina italiana che in quella originale è presa da una foto della vera Tatiana Nikolaevna Romanova.



La trama:

La vita della bella e coraggiosa Tatiana Romanov, seconda delle quattro figlie dello Zar Nicola, negli anni finali del suo regno. Nella Russia prerivoluzionaria Tatiana si confronta con la povertà e la violenza che pervadono il suo Paese fuori dal palazzo dello zar. In mezzo ai ribelli che incitano alla libertà e all’uguaglianza, Tatiana incontra una giovane donna incinta il cui uomo è stato ucciso dai cosacchi e ne diventa amica: un’esperienza che le dà una prospettiva esistenziale diversa e inaspettata. Mentre lo zar vacilla e sua moglie cerca la compagnia di Rasputin, Tatiana trova l’amore nelle braccia di un fiero patriota. Carolly Erickson riesce a creare uno splendido affresco dell’epoca e a raccontare in modo appassionante la caduta degli zar.

L'autrice:



Carolly Erickson, dopo aver insegnato storia medievale alla Columbia University, si è dedicata al lavoro storiografico scrivendo numerosi saggi e una serie di fortunate biografie. Per Mondadori ha pubblicato: Maria Antonietta (1991), La grande Caterina (1995), Elisabetta I (1999), La piccola regina (2000), Maria la Sanguinaria (2001), Il grande Enrico (2002), L’imperatrice creola (2003), La zarina Alessandra (2005), Il diario segreto di Maria Antonietta (2006), L’ultima moglie di Enrico VIII (2009) e La vita segreta di Giuseppina Bonaparte (2011).

3 commenti:

  1. Terry Brooks sarà mio di sicuro!

    RispondiElimina
  2. Terry Brooks sarà mio di sicuro!

    RispondiElimina
  3. Ho mia zia che è una fan sfegatata di Brooks. Non vedo l'ora di dargli la bella notizia!
    :D

    RispondiElimina

Ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...